Via della Repubblica ,3 62017 Porto Recanati
071.9799237
info@pinetacamping.it
Via del Verdicchio
Richiedi la disponibilità

Cognome e Nome (Richiesto)

Email (Richiesta)

Arrivo (Richiesta)

Partenza(Richiesta)

Messaggio

I dati raccolti verranno trattati secondo l’attuale Privacy Policy

verdicchio2
Via del Verdicchio

Si parte da Jesi, cuore della zona Classica di produzione del Verdicchio, che di recente è riuscito a proporsi come uno tra vini bianchi più prestigiosi della penisola.
Vitigno delle Marche per eccellenza, il verdicchio rappresenta oltre la metà della produzione a denominazione di origine controllata di questa regione, dove trova l’ambiente ideale per dare i suoi frutti migliori. Le zone più vocate sono la media e l’alta valle dell’Esino, mentre al di fuori di quest’area il verdicchio perde personalità e spessore. Matura in genere nella prima decade di ottobre e ha una produttività piuttosto incostante.
In realtà, più che di verdicchio, sarebbe meglio parlare di “verdicchi”, per distinguere quello di Jesi da quello di Matelica. Quest’ultimo che cresce in una vallata chiusa e con un clima più continentale, si caratterizza per minore produttività, maturazioni ritardate e grande concentrazione di acidi, garanzia anche di un’ottima tenuta nel tempo. La storia del verdicchio ha vissuto fortune alterne.

Conosciuto all’estero nel 1960/70 per la bottiglia a forma di anfora, disegnata nel 1954 dall’architetto Maiocchi, ha poi vissuto un periodo meno felice a

causa di un livello qualitativo non sempre convincente. Ultimamente lo si sta riscoprendo come vitigno di personalità, in seguito a un’approfondita ricerca sperimentale che ha portato alla selezione di cinque “famiglie” di verdicchio, per un totale di 20 cloni, con caratteristiche differenti a seconda delle tipologie di vino da produrre e per le diverse zone di produzione.